Solo ieri era morto Berenson, un purosangue, all'ippodromo di Treviso, in molti sui social hanno commentato che la pista era inidonea, abbiamo segnalato al Masaf (Ministero dell'Agricoltura che programma e finanzia le corse e gli ippodromi). 
 
Oggi analogo incidente alla seconda corsa di Varese, con il povero Dazzling Des che si è fratturato e si vede perfettamente nel video di SNAI delle corse. La corsa è andata avanti come se nulla fosse.
 
Al cavallo probabilmente, come sempre in questi casi, è stata fatta l'eutanasia. La vogliamo finire con questo massacro?
 
E' noto che con la crisi dell'ippica diverse piste sono in pessime condizioni, usciamo poi da un mese di piogge continuative, per cui le piste non drenate saranno sicuramente delle paludi dove i cavalli che corrono privi di rampini non possono che scivolare, fratturarsi e andare al creatore.
 
Dove non ci sono piste all weather, le criticità ambientali dovrebbero suggerire di sopprimere non i cavalli, ma le corse, per rimandarle a quando le piste siano asciutte, perché piste bagnate, scivolose, piene di buche, aumentano i rischi di infortuni per cavalli e atleti umani.
 
I funzionari del Masaf, i giudici di gara e i veterinari, sarebbero tenuti per la tutela del cavallo e dei fantini a denunciare ogni criticità che può portare a incidenti, ma vediamo succedere incidenti uno dietro l'altro senza che mai gli addetti ai lavori abbiano fatto prevenzione.
 
E' assolutamente scandaloso!