Sono uscite ieri 16 febbraio 2024 le nuove circolari di programmazione corse trotto e galoppo, e come ogni anno, non fanno gli interessi dei cavalli.

Le risorse sono focalizzate sui cavalli giovani, e quindi gli anziani si troveranno senza un lavoro.

Sono state aumentante le dotazioni dell'11% dei cavalli di due anni.

Un cavallo non è maturo completamente a livello muscolo schelettrico fino a 6 anni (questo dicono tutte le ricerche di veterinaria diffuse nel mondo), se a due anni deve già competere ad alti livelli per mantenere delle scuderie, significa invogliare le stesse a massacrare i puledri, siliconarne le ginocchia, usare cortisonici e ormoni.

Un puledro di 2 anni equivale più o meno ad un bambino di 13 anni. Con la differenza che i bambini di 13 anni sono mantenuti dai propri genitori, mentre i puledri devono mantenere le scuderie e tutto l'indotto che vive di facile turn-over dei cavalli.

Se un cavallo debutta a due anni, vi rendete conto a che età comincia la doma?

Questo sistema fa sì che puledri in crescita sian dopati all'inverosimile di ormoni, tanto in allevamento prima di essere venduti per le corse, non c' è alcun controllo, per arrivare pronti alla massima resa al loro debutto in pista, perché lì ci sono i massimi premi da andare ad arraffare.

A 6 anni un cavallo da corsa con questa programmazione è già finito.

La politica continua a tradire i cavalli, pur con tutti i proclami che la rinascita dell'ippica sarebbe basata sulla loro tutela.