I semi di anice verde sono noti per fornire un rapido sollievo dai disturbi digestivi e respiratori nei cavalli e nei cani. Le proprietà curative dell'anice (Pimpinella anisum) si trovano principalmente negli oli essenziali dei semi.

L'anice fu probabilmente introdotto in Grecia dall'Estremo Oriente attraverso l'Egitto; è oggi coltivato in tutto il mondo nelle regioni dal clima mite. Questa pianta erbacea della famiglia delle Apiaceae si trova spesso allo stato selvatico su cumuli di macerie o nei vigneti, a volte alta fino a 70 cm. Le foglie si ramificano sulla parte superiore di un fusto rotondo; la pianta forma ombrelle fiorite di colore bianco tra metà giugno e fine settembre. Dopo la fioritura maturano i semi di colore bruno; questi sono botanicamente classificati come frutti deiscenti. I grani hanno una dimensione di 4-5 mm, ovoidali, costoluti e con peli lanuginosi.

Sebbene la pianta dell'anice sia identificabile dal suo tipico profumo aromatico, è meglio non cercarla da soli, poiché i frutti dell'anice possono essere confusi con i semi di cicuta, che sono altamente tossici. L'anice è ampiamente disponibile nei negozi di alimentari come spezia culinaria popolare e dolcemente aromatica.

L'anice stellato non è botanicamente imparentato con l'anice, sebbene entrambe le piante contengano l'olio essenziale di anetolo.

il 300x300.3054097567 adev

A cosa serve l'anice?

In umana, è usato come spezia. I semi maturi dell'anice, interi o macinati, vengono utilizzati per insaporire sia prodotti da forno che piatti salati. Viene anche utilizzato per aromatizzare noti liquori e liquori aromatici: Ouzo, Raki, Pernod e Arak hanno tutti un forte contenuto di anice. Le bevande alcoliche all'anice mescolate con l'acqua diventano torbide, perché gli oli essenziali dell'anice possono mescolarsi con l'alcol ma non con l'acqua. Nell'industria alimentare viene utilizzato nelle caramelle dure e talvolta come conservante.

Le proprietà medicinali dell'anice sono conosciute fin dall'antichità. Gonfiore, mal di pancia e raffreddore venivano curati con vino all'anice, tè e incenso. Oggi i preparati a base di anice si trovano negli sciroppi e negli infusi per la tosse. In combinazione con finocchio e cumino viene utilizzato anche nelle tisane medicinali per i disturbi digestivi.

Quali sostanze spiegano gli effetti dell'anice?

I semi maturi contengono il 2–6% di trans-anetolo, un olio essenziale profumato, e il 10–30% di olio grasso, ricco di acidi oleico e linolenico. Il trans-anetolo contenuto nei semi interi di anice rimane utilizzabile per circa quattro anni. Tuttavia, se conservato troppo a lungo o in modo improprio, può convertirsi in fotoanetolo, che può avere un effetto simile agli estrogeni sull’organismo. Il trans-anetolo si trova anche nei semi di finocchio e anice stellato e possiede diverse proprietà benefiche.

  • antibatterico
  • mucolitico
  • espettorante
  • antispasmodico

Come viene usato l'anice per curare cavalli e cani?

In caso di raffreddore e bronchite cronica, l'anice aumenta la secrezione nei bronchi, fluidifica la secrezione mucosa e stimola il movimento dell'epitelio ciliato. Le proprietà mucolitiche dell'anice aiutano anche nel trattamento delle infezioni del seno.

I semi di anice hanno proprietà antispasmodiche e rilassano la muscolatura liscia, rendendolo un rimedio casalingo ideale per disturbi digestivi come gonfiore intestinale e lievi crampi gastrointestinali. Aumenta la secrezione delle ghiandole digestive e stimola l'appetito. Normalizza anche il movimento intestinale ed i succhi digestivi.

Suggerimento: alcuni cavalli adorano il sapore dell'anice. L'aggiunta di semi di anice ai farmaci dal sapore sgradevole li farà andare giù più facilmente.

L'anice può agire come espettorante per la tosse, nonché antispasmodico e contro il gonfiore in caso di problemi gastrointestinali.

Dosaggio e somministrazione:

  • Cavalli di grandi dimensioni: (da 600 kg in sù) circa 20 g / giorno
  • Pony e cavalli piccoli: circa 10 g / giorno

Conservare in un luogo secco e asciutto. Da consumarsi secco o mescolato con cibi secchi o umidi.

Rilevanza per doping: 48 ore di attesa

Effetti collaterali

Non utilizzare i semi di anice su animali con allergie alle ombrellifere o ipersensibilità all'anetolo.

Fonti e approfondimenti

Brendieck-Worm, C., & Melzig, M. F. (2018). Phytotherapie in der Tiermedizin. Stuttgart: Georg Thieme Verlag KG.

Reichling, J., Gachnian-Mirtscheva, R., Frater-Schröder, M., Di Carlo, A., & Widmaier, W. (2008). Heilpflanzenkunde für die Veterinärpraxis. Berlin-Heidelberg: Springer Medizin Verlag.